image-757

Via di Torrenova, 162 Roma

NEWSLETTER

Parrocchia

SANTI SIMONE E GIUDA TADDEO

Parrocchia

Santi Simone e Giuda Taddeo

 

a Torre Angela

INFO & CONTATTI

 

Via di Torrenova, 162 | 00133 Roma RM

Email: simoneegiudataddeo@gmail.com
Phone: 06 4544 5987


shutterstock41136337

Sito in costruzione

La nostra parrocchia fu fondata il 4 aprile 1961. Dapprima fu affidata al clero diocesano di Roma, poi, all'inizio degli anni settanta del secolo scorso, trasferita "in solidum" alla comunità presbiterale di Verona per circa 25 anni e, infine, di nuovo affidata al clero diocesano di Roma. Il vasto territorio  è diviso in quattro zone pastorali, ciascuna con la propria chiesa, oratorio e un sacerdote responsabile: Santa Maria Maddalena agli Arcacci, Madonna dei Lumi, Beato Piergiorgio Frassati e la Chiesa Parrocchiale. Per maggiori info sulle zone pastorali clicca qui. La chiesa parrocchiale in via di Torrenova 162 è stata inaugurata dal Card. Vicario Camillo Ruini il 20 dicembre 1992. 

ORARI  UFFICIO  PARROCCHIALE

Via di Torrenova 162

Aperto:   Lun/Sab 10-12

                Mar/Ven 16:30-18:30;

 

Telefono: 06/45445987

 

Chiuso:   Giovedì mattina 

                 Lunedì e sabato pomeriggio

 

Potete rivolgervi all'ufficio parrocchiale per:

 

  • prenotazioni di SS. Messe per i defunti e funerali;
  • certificati di Battesimo, Cresima e Matrimonio; 
  • visite a domicilio per la Comunione agli ammalati;
  • pratiche matrimoniali (previo appuntamento col parroco); 
  • prenotazioni delle sale negli oratori
  • informazioni su tutte le attività e i gruppi 

 

N.B.:

 I certificati di idoneità per fare da padrino/madrina vengono rilasciati previo colloquio personale con un sacerdote il primo e il terzo venerdi del mese alle ore 20,30.

 

I nulla osta per ricevere sacramenti presso altre parrocchie vengono rilasciati previo colloquio con un sacerdote

 

 

 

 

ORARI DELLE  SS. MESSE

 

FERIALE: 7.45 (Canonichesse) 

               

                9.00-18.30 (Chiesa Centrale)

 

 

FESTIVO: 8.30 - 10.00 - 11.30 - 18.30​  (Chiesa Centrale)

                 

                 9.00 - 11.00  (S. Maria Maddalena agli Arcacci)

                 

                 10.00 (Canonichesse)

 

                  9.00  (S. Chiara)

 

                  10.30 (Oratorio Pier Giorgio Frassati)

 

                  13.00 Comunità Nigeriana

                            (Chiesa Centrale, in lingua inglese)

 

 

CONFESSIONI: in Chiesa Centrale, un sacerdote è  sempre disponibile negli orari delle Messe. Nelle zone pastorali un sacerdote è disponibile durante la settimana. Verifica le disponibilità dei sacerdoti sulla pagina delle attività e dei gruppi delle zone pastorali.  

RACCOLTA ABITI USATI - CARITAS 

Via Selene 47/A

 

La raccolta del vestiario usato si effettua nei giorni di:

 

lunedì dalle 9,30 alle 11,30 e

venerdì dalle 16,00 alle 18,00

 

in Via Selene 47/A

(sede Scout)

 

Abbiamo bisogno soprattutto di pantaloni e scarpe da uomo, abbigliamento per bambini e neonati, coperte e giacconi per la stagione invernale.

 

Vi preghiamo cortesemente di non lasciare buste con vestiti e scarpe davanti ai cancelli, nel cortile oppure negli uffici parrocchiali.

 

 

Grazie!

 

 

 

 

CENTRO D'ASCOLTO - CARITAS 

Via di Torrenova 162

 

Il Centro di Ascolto è uno strumento della comunità cristiana per incontrare e farsi prossimi a chi si trova in difficoltà. Svolge funzioni di accoglienza, ascolto e orientamento di ogni persona che per qualunque motivo - problemi familiari, perdita del lavoro, degli affetti, della casa, migrazioni, malattie – attraversa un momento difficile e vuole essere sostenuta ed aiutata. Attraverso un lavoro di rete con tutte le risorse del territorio, il Centro accompagna in modo gratuito e imparziale, con riservatezza e rispetto. I volontari che operano nel Centro di Ascolto della nostra Parrocchia  hanno frequentato i corsi di formazione della Caritas Diocesana.

 

Aperto:   Lunedì  16.00-17.30

                 Giovedì 10.00-12:00

 

Telefono: 377-2307170

 

 

 

 

MENSA DI SOLIDARIETA' - CARITAS 

Via Giovanni Artusi 98

 

 I volontari della nostra parrocchia offrono un servizio mensa per il pranzo ogni

 

DOMENICA 

 

 alle ore 13,00

 

presso l'Oratorio Pier Giorgio Frassati in

 

Via Giovanni Artusi 98 

 

L'ingresso è libero e gratuito.

 

 

 

 

 

Pellegrinaggio in Terra Santa
2019-09-02T00:00:00+02:00
2019-09-09T00:00:00+02:00


€0
www.santisimonegiudataddeo.flazio.com
Concerto di Natale
2018-12-15T20:30:00+01:00
2018-12-15T22:30:00+01:00
Via di Torrenova, 162, 00133 Roma RM
Via di Torrenova, 162, 00133 Roma RM
Concerto di Natale 2018. Coro di voci bianche, maschili e femminili diretto da Don Federico ...
€0
www.santisimonegiudataddeo.flazio.com
POLENTATA e Tombola agli Arcacci
2018-12-14T20:00:00+01:00
2018-12-14T23:00:00+01:00


POLENTATA e tradizionale degli ARCACCI. Menù ricchissimo con polenta, fagioli, salsicce e menù bambini. prezzo 12 euro a testa, 6 euro per i ragazzi dai 10 ai 18 anni, bambini fino a 10 gratis. Tombola per grandi e piccoli. Gli incassi saranno destinati ai lavori di ristrutturazione dell'oratorio.
€0
www.santisimonegiudataddeo.flazio.com
Festa Madonna dei Lumi
2018-12-08T10:00:00+01:00
2018-12-08T17:30:00+01:00
via di torrenova, 162 00133 Roma
via di torrenova, 162 00133 Roma
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed condimentum aliquam condimentum.
€0
www.santisimonegiudataddeo.flazio.com
santi-simone-e-giuda-taddeo
VisualizzaImmagine
shutterstock73253788

SANTi simone e giuda taddeo

Perchè la Chiesa li festeggia nello stesso giorno?

 

Furono entrambi apostoli di Cristo e testimoni della sua risurrezione, predicarono il Vangelo in Egitto e in Mesopotamia e subirono insieme anche il martirio. Secondo la tradizione, il corpo di Simone fu fatto a pezzi con una sega e per questo è raffigurato con questo attrezzo ed è patrono di boscaioli e taglialegna.

 

Giuda, detto anche “Taddeo” (che significa “magnanimo”) o “Lebbeo” (“coraggioso”) è omonimo del traditore, fratello di san Giacomo il Minore e perciò stretto parente di Gesù. È nominato in Matteo 10,3, Marco 3,18, Luca 6,16 e negli Atti degli apostoli 1,13, ma nulla si sa del suo apostolato. Nell’ultima cena chiese spiegazioni al Signore sulla sua manifestazione, e questi gli rispose: “Se uno mi ama osserverà la mia Parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui”. Se si presta fede a Niceforo Callisto, Giuda avrebbe predicato il Vangelo in Giudea, Samaria, Idumea, Siria e Mesopotamia, e avrebbe subito il martirio a Emessa. Alcuni scrittori lo hanno confuso con il discepolo Addai. Oggi è venerato come patrono dei casi disperati. Sotto il nome di Giuda abbiamo nel Nuovo Testamento una breve Lettera, che è una delle sette Lettere cattoliche. L’autore si designa da sé con nome di “Giuda, servo di Gesù Cristo e fratello di Giacomo”. La maggior parte dei commentatori è perciò d’accordo nel riconoscervi uno dei dodici apostoli, cioè quello detto Taddeo o Lebbeo. L’epistola è indirizzata ai cristiani dell’Asia Minore, provenienti dal giudaismo, allo scopo di prevenirli contro le false dottrine. Fu scritta probabilmente in Oriente, tra il 62 e il 66, prima della distruzione di Gerusalemme.

 

San Simone, patrono dei pescatori da Luca soprannominato “Zelota” (che significa “fervente, osservante della legge”, ma forse lo chiama così perché aveva militato nel gruppo antiromano degli zeloti), da Matteo e Marco è chiamato “Cananeo”. È il patrono dei pescatori, e si disputa se sia uno dei “fratelli” del Signore: l’ordine dei cataloghi degli apostoli, dove Simone figura tra i fratelli Giacomo il Minore e il Taddeo, o dopo di essi, prima del traditore, lo farebbe supporre. Ma allora ci si chiede perché Luca, mentre dice il Taddeo fratello di Giacomo, non dice altrettanto di Simone. Mancano notizie posteriori degne di fede, il che rende dubbia l’identificazione. Più in generale, secondo le varie tradizioni, Simone sarebbe stato vescovo prima a Gerusalemme e poi a Pella, oppure avrebbe evangelizzato la Samaria e sarebbe morto martire e sepolto in Persia.

 

 

Perché si festeggiano insieme

  

San Giuda Taddeo fu trucidato da sacerdoti pagani in maniera crudele, violenta e disumana. È  rappresentato nelle sue immagini mentre tiene in mano un libro che simbolizza la parola di Dio che egli annunciò, e un'alabarda, una specie di lancia che fu lo strumento utilizzato nel suo martirio. Le sue reliquie attualmente sono venerate nella Basilica di San Pietro, a Roma. La sua festa liturgica è celebrata il 28 ottobre, probabile data del suo martirio avvenuto nel 70 d.c. In Brasile, la devozione a San Giuda Taddeo è relativamente recente. Essa sorse all'inizio del XX secolo, raggiungendo presto una grande popolarità. Egli è invocato come il santo dei disperati e degli afflitti, il santo delle cause senza soluzione, delle cause perse.

San Simone nella Leggenda Aurea e nel Martirologio Romano è accomunato a San Giuda Taddeo, con il quale si ritiene predicò il Vangelo in Egitto e Mesopotamia e subendo insieme il martirio secondo alcuni scrittori. Ecco perché la Chiesa li festeggia insieme il 28 ottobre.

 

 

 

Articolo di Famiglia Cristiana

 

 

 

Create a website